Comune di Verona

Archivio Licisco Magagnato

 
Amici di Castelvecchio e dei Civici musei d'arte di Verona
ingrandisci il carattere rimpicciolisci il carattere

 

biografia di Magagnato | bibliografia di Magagnato | schema di ordinamento dell'archivio documento formato pdf[pdf, 60kb]
Licisco Magagnato e Carlo Scarpa
Licisco Magagnato e Carlo Scarpa a Castelvecchio sotto la pala Bevilacqua di Paolo Veronese

Archivio Licisco Magagnato

L'archivio raccoglie carteggi, lettere, appunti e bozze di lavoro di Licisco Magagnato (1921-1987), direttore dei Musei Civici di Verona dal 1955 al 1986.

Il fondo comprende documenti di grande interesse per gli storici dell'arte e dell'architettura, ma anche le testimonianze di illustri amicizie (Luigi Meneghello, Neri Pozza Ettore Gallo, Goffredo Parise), che raccontano tra l'altro la militanza politica del dopoguerra (lettere di e su Bruno Visentini, Franco Cingano, Ugo La Malfa).

Le carte raccolte presso l'ufficio del direttore nel 1987 sono state ordinate nel 2000 su iniziativa di Gloria Maroso e costituiscono una prima serie archivistica di 80 buste.

Il più nutrito archivio privato stato generosamente donato nel 2007 da Lidia Sandonà Magagnato alla Direzione dei Musei d'Arte e dei Monumenti del Comune di Verona e riordinato sotto il coordinamento di Paola Marini e Ettore Napione, formando una seconda serie. Il fondo conta complessivamente 170 buste.

Questo catalogo informatico permette allo studioso di attraversare l'archivio, avendo a disposizione il contenuto essenziale di ogni singolo documento. Il progetto stato realizzato con la collaborazione del C.d.R. Informatica e, in particolare, di Egidio Zilio e Alessandro Dugato.

La consultazione diretta consentita previo appuntamento da concordare presso la Biblioteca d'Arte del Museo di Castelvecchio:

La visione dei carteggi sarà autorizzata nel rispetto della normativa vigente.